Nessun profitto sulla pandemia, vaccino per tutte e tutti- presidio a Torino

Clicca qui per l'evento facebook

Giovedi 11 marzo, ore 10,30, nell’ambito della giornata europea e nazionale di iniziativa contro i brevetti sui vaccini “O i brevetti o la vita, vaccini per tutti” si terrà un presidio davanti alla sede della Regione Piemonte in piazza Castello, a Torino. Rifondazione Comunista-Sinistra Europea è impegnata a livello nazionale nella raccolta firme per la sospensione del sistema dei brevetti per i prodotti Covid19 necessario per affermare il diritto alla cura di tutte e tutti. Allo stato attuale la proprietà dei brevetti è il più grande ostacolo all’accesso tempestivo e universale ai vaccini salvavita e in ultima analisi al superamento della pandemia.


Chiediamo che l’Italia e nello specifico la Regione Piemonte aderiscano alla richiesta di moratoria dei brevetti sui vaccini contro il Covid. In occasione del presidio sarà possibile firmare per la campagna “Nessun profitto sulla pandemia”

COMUNICATO STAMPA
Giovedi 11 marzo, ore 11, nell’ambito della giornata europea e nazionale di iniziativa contro i brevetti sui vaccini “o i brevetti o la vita, vaccini per tutti” si terrà un presidio-conferenza stampa davanti alla sede della Regione Piemonte in piazza Castello, a Torino che sarà anche l’occasione per denunciare le gravi insufficienze ed errori nella gestione dell’emergenza sanitaria piemontese e chiedere il necessario cambio di rotta. Alla Conferenza stampa parteciperanno Ezio Locatelli, segretario provinciale Prc-Se, Micol Savia, rappresentante permanente dell’Associazione Internazionale dei Giuristi democratici presso le Nazioni Unite a Ginevra, Franco Cilenti, direttore mensile Lavoro e Salute.

Rifondazione Comunista-Sinistra Europea è impegnata a livello nazionale nella raccolta firme per la sospensione del sistema dei brevetti per i prodotti Covid19 necessario per affermare il diritto alla cura di tutte e tutti. La campagna di raccolta firme è sulla base di un appello del Comitato promotore italiano, primo firmatario Vittorio Agnoletto, già europarlamentare di Rifondazione Comunista-Sinistra Europea sottoscritto, tra gli altri, da Silvio Garattini, don Luigi Ciotti, Gino Strada, Riccardo Petrella. “Diritto di cura che non è adeguatamente garantito né a livello nazionale né a livello regionale” secondo Ezio Locatelli per il quale “tanti, troppi annunci sono rimasti sinora privi di riscontro”.

Allo stato attuale la proprietà dei brevetti e lo strapotere delle grandi case farmaceutiche non sottoposte ad alcun vincolo e controllo è il più grande ostacolo all’accesso tempestivo e universale ai vaccini salvavita e in ultima analisi al superamento della pandemia. La richiesta è che l’Italia e nello specifico la Regione Piemonte aderiscano alla richiesta di moratoria dei brevetti sui vaccini contro il Covid. In occasione del presidio sarò possibile firmare per la campagna “nessun profitto sulla pandemia”.

 --------

Articolo su ansa.it

"Per vincere la battaglia contro questo virus, che ci vede, ad un anno dallo scoppio della pandemia, più o meno allo stesso punto, occorre che vengano sospesi i diritti di proprietà sui vaccini da parte delle case farmaceutiche alle quali i governi nazionali e l'Europa hanno consegnato mani e piedi". Lo afferma Ezio Locatelli, segretario provinciale di Rifondazione Comunista Prc-Se, partecipando oggi ad un presidio davanti alla Regione Piemonte. Al suo fianco Micol Savia, rappresentante dell'Associazione internazionale dei Giusti Democratici presso l'Onu, e Franco Cilenti, direttore del mensile Lavoro e Salute.
    "Trovo inconcepibili le parole di ieri del presidente della Regione, Alberto Cirio - ha aggiunto Locatelli - quando ha affermato 'siamo pronti a fare da soli'. Questa è pura ed inutile demagogia politica a fronte di un virus che si può sconfiggere solo con un piano di vaccinazione nazionale a tappeto e scevro di offensivi campanilismi". Nel corso del presidio è anche proseguita la raccolta firme per la campagna 'nessun profitto sulla pandemia' mirata proprio a chiedere la sospensione dei diritti sui vaccini.

 

Video di TorinOggi

 

Video ANSA: clicca qui

Servizio TGR Piemonte

 

Nessun profitto sulla pandemia, Rifondazione Comunista aderisce e promuove la raccolta firme europea

Il COVID-19 si diffonde a macchia d’olio. Le soluzioni devono diffondersi ancora più velocemente. Nessuno è al sicuro fino a che tutti non avranno accesso a cure e vaccini sicuri ed efficaci.
Abbiamo tutti diritto a una cura.
Firma questa iniziativa dei cittadini europei per essere sicuri che la Commissione europea faccia tutto quanto in suo potere per rendere i vaccini e le cure anti-pandemiche un bene pubblico globale, accessibile gratuitamente a tutti e tutte.

FIRMA QUI 

Emergenza sanitaria: nessuno sia solo

 Gli sportelli sociali a Torino 

Anche a Torino e in Piemonte siamo in piena emergenza sanitaria. Nell’impossibilità di tenere materialmente aperti gli sportelli sociali che operano da anni presso la “Casa del Popolo La Poderosa” di Torino l’associazione La Poderosa Servizi, Rifondazione Comunista e il periodico Lavoro e Salute hanno deciso di mettere in rete gli sportelli sociali e i contatti ( mail: poderosaservizi@gmail.com – cell. 3453568126 ) per accedere ai servizi di informazione e di consulenza forniti dagli stessi. Gli sportelli, supportati da un pool di professionisti, medici, psicologi, avvocati, mediatori culturali, lungi dal sostituirsi ai canali istituzionali preposti a rispondere a tutta una serie di bisogni sociali, intendono offrire, per quanto di propria competenza, servizi gratuiti di informazione e di prossimità sociale.

La Poderosa Servizi Rifondazione Comunista Lavoro e Salute

Casa del Popolo La Poderosa - TORINO

NOTA! Questo sito utilizza cookie anche di terzi per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all'uso dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo