Siamo dalla parte di chi resiste all’uso della forza per imporre le grandi opere in Valsusa

La scelta di proseguire nell’opera di devastazione della Valsusa per realizzare la linea di AV Torino Lione e il nuovo grande autoporto di San Didero-Bruzolo Sitaf in sostituzione dell’autoporto di Susa è semplicemente scellerata. Come Rifondazione Comunista non possiamo che stare dalla parte di chi si oppone e resiste, legittimamente, alla violenta distruzione di un intero territorio per opere mastodontiche che hanno valenza eminentemente speculativa.

La pesante crisi sanitaria, sociale, occupazionale e ambientale che stiamo attraversando dovrebbe indurre a un ripensamento delle priorità di investimento mettendo al centro il bene comune, la salvaguardia delle risorse ambientali. E invece da parte del governo, delle forze nazionali e regionali si continua nella stessa logica della crescita lucrativa, delle speculazioni, delle distruzioni a tutto beneficio dei grandi interessi privati. Una logica che si vorrebbe imporre con l’uso della forza, la militarizzazione dl territorio, la repressione del dissenso. Contro questa logica è giusto continuare a battersi.

*Ezio Locatelli, segretario provinciale di Rifondazione Comunista-Sinistra Europea di Torino

Nessun profitto sulla pandemia, Rifondazione Comunista aderisce e promuove la raccolta firme europea

Il COVID-19 si diffonde a macchia d’olio. Le soluzioni devono diffondersi ancora più velocemente. Nessuno è al sicuro fino a che tutti non avranno accesso a cure e vaccini sicuri ed efficaci.
Abbiamo tutti diritto a una cura.
Firma questa iniziativa dei cittadini europei per essere sicuri che la Commissione europea faccia tutto quanto in suo potere per rendere i vaccini e le cure anti-pandemiche un bene pubblico globale, accessibile gratuitamente a tutti e tutte.

FIRMA QUI 

NOTA! Questo sito utilizza cookie anche di terzi per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all'uso dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo