Torino – Locatelli* (Prc-Se): Al Prefetto e alla Amministrazione dico basta con gli sgomberi e la cacciata dei poveri. Combattete la povertà non i poveri

Dopo l’indecente cacciata dei clochard dalle vie del centro di Torino - cacciati e privati delle loro poverissime cose - il Prefetto di Torino interviene per dire che “quello dell’altro giorno è stato un intervento ordinario, ma noi da tempo stiamo lavorando a una piano articolato per affrontare le fragilità e questo progetto riguardo anche i senza tetto”. Signor Prefetto, per caso fa riferimento al “protocollo d’intesa per la prevenzione ed il contrasto alle occupazioni abusive di alloggi di edilizia residenziale pubblica”

Leggi tutto...

Locatelli (Prc-Se): la detenzione di Dana e di altri attivisti NoTav non è giustizia, è persecuzione. Oggi saremo davanti al carcere Le Vallette contro la criminalizzazione del dissenso

Clicca qui per il servzio del TgR Piemonte 

Oggi parteciperemo al presidio di solidarietà, a sostegno di Dana Lauriola e di tutti gli attivisti ingiustamente criminalizzati per il loro impegno Notav, che si terrà davanti al carcere le Vallette di Torino. Un presidio contro le condizioni di sovraffollamento e di mancato rispetto dei diritti umani in cui versano le carceri. Dana è detenuta nel penitenziario per scontare la condanna a due anni di reclusione comminata qualche mese fa per aver partecipato, nel lontano 2012, a un presidio pacifico contro la realizzazione di un’opera inutile e distruttiva, l’AV Torino Lione.

Leggi tutto...

Torino – Locatelli (Prc-Se): scorie nucleari, integrità dei territori. Signori della maggioranza della Regione non fate finta di stare dalla parte della popolazione

“Sono dei voltagabbana inaffidabili per tornaconto elettorale. Prima hanno creato il danno adesso fanno finta di stare dalla parte delle popolazioni in rivolta contro i rifiuti nucleari”, dichiara Ezio Locatelli, segretario provinciale Prc-Se di Torino a proposito della Regione Piemonte e di esponenti di diversa estrazione politica impegnati a dare mostra di contrarietà alla realizzazione di un eventuale deposito nazionale di scorie radioattive sul nostro territorio. Non tutti contrari, per la verità, stante la candidatura avanzata per tornaconto economico dal sindaco leghista di Trino Vercellese a ospitare un deposito nazionale sul proprio territorio, candidatura insensata in quanto del tutto sprovvista di criteri di idoneità.

Leggi tutto...

Torino – Acerbo/Locatelli (Prc-Se): con Dana, Fabiola e tutte le detenute delle Vallette in sciopero della fame

“Basta vessazioni! Rifondazione Comunista – dichiarano Maurizio Acerbo e Ezio Locatelli, rispettivamente segretario nazionale provinciale Prc di Torino – esprime ferma riprovazione per la condizione ingiustificata di restrizione e di isolamento a cui sono costrette le detenute nel carcere delle Vallette di Torino. Contro questa condizione quattro detenute, tra cui due compagne NoTav assurdamente in carcere – da diversi giorni hanno iniziato uno sciopero della fame. In particolare la protesta è rivolta contro la riduzione delle ore di colloquio con i propri familiari previste per legge, la mancata consegna di pacchi con generi di prima necessità, l’assenza di misure di tutela sanitaria contro il rischio di contagio da Covid 19.

Leggi tutto...

Locatelli* (Prc-Se): maxisentenza dimezzata per i No Tav. In ogni caso con la repressione non si ferma una lotta giusta

Concordiamo con l’avvocato Gianluca Vitale che la riduzione drastica delle pene, l’assoluzione e l’annullamento di sanzioni amministrative per buona parte degli imputati No Tav deciso dalla Corte d’appello di Torino nella seduta di ieri in riferimento agli scontri avvenuti alla Maddalena del 2011 dimostra che “l’impianto accusatorio iniziale era un minestrone”. Un minestrone posto in dubbio dalla Cassazione due anni fa. In ogni caso noi continuiamo a pensare che sia ingiusto colpire unilateralmente chi tenta di resistere alla distruzione di una Valle. I veri responsabili di violenza e vandalismo sono i fautori di un’opera inutile

Leggi tutto...

Rifondazione: basta con persone respinte come nel “Gioco dell’oca” in Bosnia, sabato in Piazza Castello a Torino contro i respingimenti disumani

Clicca qui per le foto dell'iniziativa

Da pochi giorni ci si è accorti della guerra ai richiedenti asilo che non si è mai interrotta sulla “rotta balcanica”. Uomini, donne e bambini, costretti a vivere all’aperto in quello che resta in un campo profughi bosniaco da poco bruciato. Chi prova ad attraversare le frontiere viene fermato e respinto dall’Italia in Slovenia, poi in Croazia e quindi in Bosnia. L’UE risponde con i soliti mezzi, versando qualche milione di euro ai governi che fermano le persone, non importa come, a condizione che non giungano all’interno dei “sacri confini”.

Leggi tutto...

Alle amministrative di Torino con un progetto unitario e alternativo. La proposta di Rifondazione Comunista

di Ezio Locatelli*
In un articolo comparso su “volerelaluna” si rimarca, come a pochi mesi dalle elezioni, non si sia ancora aperto un dibattito a sinistra, nei movimenti che hanno condotto in questi anni tante battaglie egualitarie, ambientaliste, in tema di diritti alla salute, al lavoro, alla casa o battaglie storiche come quella NoTav, un dibattito che abbia come obiettivo quello di segnare un percorso che non sia al carro di politiche liberiste e confindustriali di varia natura. Giusta osservazione che si accompagna all’auspicio che qualche voce fuori dal coro faccia capolino.

Leggi tutto...

Lavoro e Salute numero di gennaio

Clicca qui per scaricare il numero di gennaio del periodico Lavoro e Salute, diretto da Franco Cilenti 

NOTA! Questo sito utilizza cookie anche di terzi per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all'uso dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo