Dichiarazione di Simone Ciabattoni, candidato capolista a Torino per la Camera di “Potere al Popolo”

E’ ora di dire basta alle scorribande organizzate dalle forze neofasciste in città. Già nei mesi scorsi ho chiesto al Prefetto un intervento per proibire a forze neofasciste, di organizzare, con il pretesto dei problemi di sicurezza, ronde intimidatorie nei quartieri della città.

Sono le stesse forze che non si fanno ritegno di schierarsi dalla parte dello stragista di Macerata, che sono protagoniste o colluse con atti di violenza squadrista in tutta Italia. Intollerabile l’inerzia delle istituzioni. Sia chiaro: se malauguratamente dovesse succedere qualcosa di spiacevole in città la responsabilità sarà anche di chi non è intervenuto per tempo. Sabato ci sarà un’altra provocazione neofascista in Corso Cincinnato che l’Anpi di Torino chiede di proibire. Nell’associarci a questa richiesta riteniamo anche necessario che in città cresca la mobilitazione antifascista. I fascisti non hanno nulla a che vedere con gli interessi popolari e delle classi meno abbienti. Sono nemici di questi interessi. I fascisti sono sempre stati al servizio dei poteri forti. La loro strategia è scatenare una guerra tra poveri. Contro questa guerra e le nuove forme di fascismo, in difesa dei valori della Costituzione nata dalla Resistenza chiamiamo alla vigilanza e alla mobilitazione. “Potere al Popolo” c’è e ci sarà.

NOTA! Questo sito utilizza cookie anche di terzi per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all'uso dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo