Basta morti sul lavoro, non rimaniamo in silenzio

Basta morti sul lavoro, non rimaniamo in silenzio.
Il partito della Rifondazione Comunista Torino esprime vicinanza alle famiglie dei due lavoratori cantonieri investiti questa mattina nei pressi di Mazzè, mentre stavano operando sul tratto di strada.
Con rabbia continuiamo a dire che le morti sul lavoro, non sono mai incidenti. Il 2018 è stato segnato dal drammatico aumento di morti bianche. +10% rispetto all’anno precedente e sembra una strage senza fine.

Gli enti locali, soprattutto l’attuale Città Metropolitana, ha subito riforme che hanno tagliato pesantemente fondi e personale, con turni di lavoro massacranti ed età sempre più alta.
Aspettiamo che le autorità competenti accertino la sussistenza delle condizioni di sicurezza dei lavoratori operanti sul tratto di strada.
Chiediamo che si investa in politiche a sostegno delle lavoratrici e dei lavoratori, di riduzione degli orari di lavoro, di aumento degli organici a disposizione, non come fa invece il governo che con l’ultima legge di stabilità ha sottratto agli impegni dell'Inail, risorse per la formazione in materia di sicurezza e di tutela della salute.
Basta morti sul lavoro, non rimaniamo in silenzio.
Segreteria provinciale Prc Torino

 

NOTA! Questo sito utilizza cookie anche di terzi per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all'uso dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo