PRC. Documento approvato dalla Direzione nazionale del 4 giugno 2019

La Direzione Nazionale del PRC esprime il proprio ringraziamento a tutte le compagne e i compagni che hanno con generosità e impegno dato il proprio contributo nella campagna elettorale per le elezioni europee e amministrative, alle candidate e ai candidati, alle sostenitrici e ai sostenitori della lista La Sinistra e delle liste presentate nelle città.
Il risultato delle elezioni europee è disastroso per la lista unitaria La Sinistra e si inserisce in un quadro europeo che registra l’arretramento delle formazioni del Gue/Ngl e della sinistra antiliberista e anticapitalista. Il “terzo spazio” è risultato schiacciato dalla narrazione egemone sullo scontro tra “europeisti” e “sovranisti” e dal clima creato dalla minaccia di “onda nera” che hanno preso il posto negli ultimi anni di quella che vedeva la contrapposizione all’austerity neoliberista come centrale. E l’attenzione mediatica sul tema dell’emergenza climatica è stata capitalizzata dai Verdi europei.

Leggi tutto...

Per una lista di sinistra alle elezioni europee, documento Cpn Prc, del 16 e 17 marzo

Rifondazione Comunista ha lavorato in questi mesi con umiltà e grande senso di responsabilità per un largo fronte popolare con la consapevolezza dell’urgenza di una proposta politica di alternativa nel nostro paese e a livello europeo.

Leggi tutto...

La sinistra al tempo dei populismi

Clicca qui per visionare il programma.

Organizzato da Transform Europe, la fondazione politica del Partito della Sinistra Europea, si svolgerà a Torino il 9 e il 10 marzo presso il Circolo Arci La Poderosa, Via Salerno 18/c, il Convegno internazionale dal titolo: “la sinistra al tempo del populismo”.

Leggi tutto...

Per una lista della sinistra antiliberista alle elezioni europee

Documento approvato dalla Direzione nazionale di Rifondazione Comunista sabato 2 marzo 2019 " Per una lista della sinistra antiliberista alle elezioni europee"

La Direzione Nazionale del Partito della Rifondazione Comunista-Sinistra Europea esprime preoccupazione per il ritardo con cui si va determinando un processo unitario delle formazioni della sinistra antiliberista in vista delle elezioni europee. Il nostro partito ha lavorato in questi mesi con umiltà per un largo fronte popolare con la consapevolezza dell’urgenza di una proposta politica di alternativa nel nostro paese e a livello europeo. Purtroppo va constatato che incertezze, settarismi e veti hanno frenato il percorso.

Leggi tutto...

Le sinistre in Europa al tempo dei populismi

Il 9 e 10 marzo, organizzato da Transform Italia, si terrà a Torino presso il Circolo Arci La Poderosa, Via Salerno 15/a un importante Convegno su “la Sinistra al tempo dei populismi”. Molti e autorevoli, da tutta Europa, gli interventi previsti: Haris Golemis, Pasquale Voza, Cecilia Honório, Alvaro Aguilera, Alfonso Gianni, Walter Baier, Gabriele Michalitsch, Roberto Musacchio, Luciana Castellina, Monica De Sisto, Eleonora Forenza, Paola Boffo, Danai Koltsida, Yiannos Katsourides, João Mineiro, Attila Vajnai, Jiri Malek, Pablo Livigni, Giuseppe Cugnata, Daniel Keil, Rosa Rinaldi, Gianni Rinaldini, Nicoletta Pirotta, Heinz Bierbaum, Roberto Morea, Paolo Ferrero, Tatiana Moutinho.

Leggi il programma

Una manovra elettorale

Noi ci battiamo per
- cambiare sul serio l'Europa
- prendere i soldi da chi li ha
- abolire davvero la Fornero
- per un vero reddito di cittadinanza
- per investimenti pubblici e politiche industriali che creino posti di lavoro veri

Marcia sitav: una congrega affaristica

di Ezio Locatelli*

L’idea sbruffona della lobby affaristica Si Tav è quella di replicare una sorta di “marcia dei quarantamila”. Allora, 38 anni fa, migliaia di capi e capetti, crumiri della Fiat (in realtà molto meno di 40 mila) scesero in piazza per mettere a tacere i lavoratori in lotta contro i licenziamenti di massa decisi dall’azienda. L’obiettivo oggi è l’affondamento della lotta del movimento NoTav.

Leggi tutto...

Neopopulismi in sedicesimo

di Ezio Locatelli*

Ecco squadernata, in una recente intervista di Giorgio Cremaschi, la nuova versione hard di Potere al Popolo. Non più un soggetto plurale, come avrebbe dovuto essere stando al manifesto fondativo, ma “soggetto unico”, depositario in esclusiva di “un’alternativa vera”.  Un soggetto deciso a tagliare i ponti con tutto ciò che sa di passato, indistintamente, anche con chi in tutti questi anni ha resistito, lottato, andando controcorrente.

Leggi tutto...

NOTA! Questo sito utilizza cookie anche di terzi per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all'uso dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo