Torino – Locatelli (Prc): questa notte, davanti al Comune, dormiremo all’addiaccio contro le politiche di pulizia sociale dell’amministrazione Appendino

Ezio Locatelli, segretario provinciale di Rifondazione Comunista ed esponente di “Potere al Popolo” di Torino dichiara:

“Questa sera, a partire dalle 21,00 per protestare contro le ronde anticlochard in azione per conto del Comune di Torino per la cacciata dal centro città di poveri, senza tetto, insieme ad altri attivisti, dormiremo nelle prime ore notturne all’addiaccio davanti al Comune, piazza Palazzo di Città, a scopo dimostrativo.

Leggi tutto...

Locatelli (Prc): “gasati” non solo in Germania ma in Italia. Torino una sorta di camera a gas

Ezio Locatelli, segretario provinciale di Rifondazione Comunista di Torino ed esponente di Potere al Popolo, dichiara:

“Giustamente forte è l’indignazione per i test di inalazione di biossido di azoto, sostanza altamente tossica, effettuati per conto di alcune case automobilistiche tedesche per ragioni di marketing. Test effettuati su venticinque persone trattate come cavie umane.

Leggi tutto...

Locatelli (Prc): a fianco dei lavoratori Embraco boicottiamo Whirlpool

Ezio Locatelli, segretario provinciale di Rifondazione Comunista ed esponente di “Potere al Popolo” di Torino, dichiara:

“Siamo solidali e a fianco delle lavoratrici e dei lavoratori dell’Embraco di Chieri che nella mattinata di lunedì 29 gennaio manifestano a Torino contro il licenziamento di 500 unità lavorative. Un licenziamento di massa che porterà alla chiusura di ogni attività produttiva e a gettare sul lastrico centinaia di famiglie.

Leggi tutto...

Elezioni e partito: ancorare il senso di disagio e ribellione a una causa comune

di Ezio Locatelli*

Sono giorni e settimane d’intenso impegno elettorale. Rifondazione Comunista, insieme ad altre realtà associative, sociali, politiche è impegnata nella presentazione delle liste di “potere al popolo” in una corsa contro il tempo, in particolare per quanto riguarda la raccolta delle firme necessarie alla presentazione della lista stessa. Eh già, la raccolta firme vale solo per chi è fuori dal parlamento. Siamo in presenza di un sistema politico istituzionale che, trovandosi in forte crisi di legittimità, tende a chiudersi in se stesso, a mettere fuori gioco chi non rientra nella cerchia dei poteri dominanti. Spezzare questo meccanismo di esclusione non è cosa di poco conto ma non per questo vi possiamo rinunciare. Tutt’altro: dobbiamo mettercela tutta.

Leggi tutto...

DISASTRI CON COLPEVOLI

 di  Ezio Locatelli*

No, non siamo in presenza di due fatti incidentali ma di due disastri, uno dei quali con perdite di vite umane, occorsi nell’arco di poche ore che indignano, che parlano dello stato di abbandono, dell’incuria, dello stato di insicurezza sociale e ambientale in cui versa il nostro Paese.

Leggi tutto...

Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire. Una risposta a Gian Giacomo Migone

di Ezio Locatelli*

Siamo alle solite. Nel tentativo di far passare le proprie ragioni si ricorre alla caricature delle ragioni altrui. Gian Giacome Migone non sfugge a questa modalità. Nel perorare la causa di «Liberi e Uguali» Migone su «il Manifesto» di venerdì 15 dicembre lancia strali contro Rifondazione Comunista. Il partito, nella persona del suo segretario nazionale Maurizio Acerbo, avrebbe perseguito sin dalle origini del dibattito elettorale «l’obiettivo di una lista separata».

Leggi tutto...

Lavoratori in lotta denunciati dall’Embraco. Locatelli (Prc): basta angherie. I posti di lavoro non si toccano

Guai a ribellarsi al rischio di perdere il posto di lavoro. Se lo fai, se protesti, se manifesti ai cancelli dalla fabbrica vieni denunciato. Così ha fatto Embraco di Chieri (To), azienda produttrice di compressori per frigoriferi,  nei confronti dei lavoratori in lotta per difendere il proprio posto di lavoro.

Leggi tutto...

Locatelli (Prc-Se): a dieci anni dalla strage Thyssen ancora pene d’inferno per i lavoratori

 Orrore e indignazione. A dieci anni esatti dalla strage impunita alla Thyssen di Torino, gli operai continuano a rischiare pene d’inferno sui luoghi di lavoro. E’ di oggi il grave infortunio occorso a tre lavoratori della Vader, un’azienda di prodotti chimici di Torino che produce per i comparti dell’auto, nautica e dell’aerospaziale. Tre lavoratori, di cui due in gravissime condizioni, ustionati da un getto di vapore ad altissima temperatura proveniente da un reparto in cui si producono sigillanti per auto.

Leggi tutto...

NOTA! Questo sito utilizza cookie anche di terzi per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all'uso dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo