Ricordo di Enrica Valfrè

Nel 1974 è tra i fondatori dell’istituto piemontese gramsci, di cui diventa segretario. Lo costituiscono 80 intellettuali, la CGIL, la CISL. La presidenza è formata da Bobbio, Napoleoni, Spriano, Libertini e Pace. L’obiettivo è fondare un istituto di ricerca, di incontro e di fusione tra cultura accademica e cultura militante, condizione operaia; è organizzato in 3 sezioni “organizzazione del lavoro” - “multinazionali” - “storia del Piemonte”.

Con Tino Pace è tra i fondatori della Fondazione Nocentini per un progetto unitario degli archivi e dei centri studio sul mondo del lavoro.

Gli anni in cui è segretario della Camera del Lavoro sono gli anni dell’internazionalismo, della solidarietà, della dimensione globale dell’impegno del movimento operaio ed antifascista.
I rapporti con la Spagna sono molto stretti (sulla Spagna scrive un libro, la solidarietà il filo rosso che lo guida).
A Barcellona c’erano 80.000 operai che dipendevano da fabbriche di Torino (Hispano Olivetti; Seat Fiat; Pianelli e Traversa; Michelin; Pirelli).
Si costruisce un tentativo, pur se in condizioni diverse (in Spagna c’era il franchismo) di rapporto strutturale.
Vengono costruite piattaforme rivendicative affini e coordinate le tempistiche delle lotte.
Viene inviata una delegazione a Barcellona per approfondire i problemi legati alla scuola.
A Candia nel 1974 viene organizzato un convegno unitario su Spagna e franchismo.

Dal 1972 al 1974 è consigliere per la CGIL del Comitato Economico Sociale della Comunità Europea.

Nel 1975 termina la sua esperienza presso la Camera del Lavoro di Torino.

Nello stesso anno viene eletto consigliere regionale e nel 1976 diventa assessore al lavoro, all'industria, all'artigianato ed alla formazione professionale: è un periodo di crisi fortissima, cadono interi settori produttivi (siderurgia, cartaio, auto ed indotto). Sono in crisi 830 stabilimenti, il numero di ore di cassa integrazione è il più alto dalla Liberazione – i fallimenti nel 1976 sono il 18% in più dell’anno precedente.
Alasia tenta il recupero produttivo della Venchi Unica (2000 operaie senza lavoro – 17 offerte di gruppi finanziari per acquistarla). Anche su questa vicenda scriverà un libro.
Firma quasi 100 accordi. Convoca le parti, lavora quasi in simbiosi nella gestione quotidiana dei problemi con i sindacati (con Lattes, con Avonto), tiene i rapporti con il governo di Roma, cerca imprenditori disponibili a rilevare le fabbriche in crisi, si “sfinisce” con i pochi strumenti regionali a disposizione.
Fa approvare una legge di sostegno all'artigianato

Anche nella successiva esperienza parlamentare dà voce al mondo del lavoro: parla sette volte in aula: a partire proprio dalla richiesta di copertura con la cassa integrazione di 800 stabilimenti in Piemonte che ne sono privi.

Nel 2008 ha partecipato ad un convegno in questo salone, sull’analisi di Di Vittorio della sconfitta alle elezioni delle commissioni interne del 1955 in Fiat; ha concluso il suo intervento dicendo:
“Dobbiamo essere capaci di intervenire nei momenti di produzione ma anche nella società come avvenne nei momenti più felici negli anni delle lotte per le riforme quando ci si impegnava a contrattare per migliorare tutti gli aspetti della condizione operaia. Ricordo le trattative territoriali, i consigli di zona che cercavano di sottrarre la questione delle riforme al rischio di essere un requisito esclusivo dei vertici sindacali nel rapporto con i ministeri”
“dobbiamo portare il sindacato più vicino ai lavoratori per risolvere i loro problemi”
“costruire strutture intercategoriali che si preoccupino di verificare sul territorio i bisogni dei lavoratori e di contrattare con gli enti pubblici per poterli soddisfare”
un contributo alla conferenza di organizzazione di allora e parole attuali e utili oggi.

Ciao Gianni. Siamo vicini alla tua famiglia.
La CGIL di Torino ti saluta e ti ringrazia.
Ci lasci le tue parole, la tua storia di uomo di sinistra che ha dedicato la vita all’emancipazione del lavoro.

 Enrica Valfrè - segretaria CGIL Torino

 

FESTA IN ROSSO 2019

dal 6 al 14 settembre 

 

Dettaglio del programma        clicca qui 

Facebook

Comunichiamo che la sede provinciale, a partire dal 6 aprile 2018, sarà aperta dal lunedì al venerdì, il pomeriggio, dalle ore 14,30 alle ore 18,30. Durante la settimana rimarranno invariati gli orari di apertura degli sportelli sociali (Caf, sportello migranti). Per ogni altra esigenza, informazioni o comunicazioni telefonare, sempre al pomeriggio, al numero 011 4817312 o direttamente ai compagni della segreteria.

14 marzo 2016 - Inaugurazione biblioteca "Gianni Alasia"

Torinow - Intervista a Ezio Locatelli - 5 novembre 2015 su: Tribunale amministrativo dei popoli - Pensione e reddito minimo - Legge stabilità - Elezioni amministrative

 

manifestazione 23 aprile 2015

 CONFERENZA DI ORGANIZZAZIONE 2015

RILANCIARE IL PARTITO,
UNIRE LA SINISTRA ANTILIBERISTA,
FERMARE L'AUSTERITÀ IN EUROPA

TORINOW 10 giugno 2015

Intervista a Torinow di Ezio Locatelli.

 

Torinow 28 gennaio 2015

Intervista a Torinow di Ezio Locatelli. Temi trattati: Tsipras e la Grecia, la sinistra italiana, la lotta contro le politiche di austerità, l'elezione del Presidente della Repubblica, la lotta No Tav.

Festa del tesseramento dell'Associazione "La Poderosa"

 

Grande successo domenica 25 gennaio presso la sede dell'Associazione - Via Salerno 15a - Torino. Centinaia di compagni sono venuti a trovarci e con loro abbiamo seguito i risultati delle elezioni in Grecia collegati in diretta con la sede elettorale di Syriza e con il segretario provinciale di Rifondazione Comunista Torino, Ezio Locatelli, presente ad Atene con la Brigata Kalimera. Da Atene sono intervenuti: Luciana Castellina - Presidente onoraria nazionale dell'Arci; Raffaella Bolini - Coordinatrice nazionale Brigata Kalimera; Roberto Musacchio - Altra Europa con Tsipras; Rosa Rinaldi e Roberta Fantozzi della segreteria nazionale PRC; Argiris Panagopoulus - esponente di Syriza; Nicoletta Dosio - movimento NO TAV; Maria Graspa - compagna italo-greca; Roberto Morea - coordinatore nazionale Altra Europa con Tsipras. Grazie a tutti.

La causa giusta - 29 novembre 2014 - Roma

ASSEMBLEA INTERREGIONALE DEI CIRCOLI

attivo Segretari di Circolo del Nord Ovest (Liguria, Piemonte, Valle d'Aosta) - Torino  domenica 9 novembre 2014

Rifondazione Comunista alla manifestazione contro il summit dell'ipocrisia - 18 ottobre

Rifondazione Comunista alla manifestazione Fiom - 17 ottobre

 RASSEGNA STAMPA E FOTO

DELLA VISITA ISPETTIVA DELLA EUROPARLAMENTARE

ELEONORA FORENZA con la delegazione composta da:

- Ezio Locatelli segretario provinciale PRC, ex deputato già membro    commissione trasporti della Camera.
Mario Carvagna
tecnico ambientale
- Nicoletta Dosio candidata nella lista, L’ Altra Europa
con Tsipras.

Marisa Mejer
esponente del comitato locale NOTAV.

 LE FOTO

 

Ezio Locatelli in Mato Grosso per la campagna elettorale del compagno Chaparral - galleria foto

INTERVENTO DI EZIO LOCATELLI A TORINOW IL 22 OTTOBRE SU: LEGGE STABILITA', ARTICOLO 18, OPPOSIZIONE AL GOVERNO RENZI

 

il tuo 2 per mille dell'Irpef al Partito della Rifondazione Comunista

informazioni e dettagli

Codice per il 2016

Notiziario online del PRC-SE

Citazioni

„Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.“
Bertolt Brecht
_______________________

La crisi consiste appunto nel fatto che il vecchio muore e il nuovo non può nascere: in questo interregno si verificano i fenomeni morbosi più svariati» (Gramsci. Q 3, p. 311)

_______________________

"Mi sono convinto che anche quando tutto è o pare perduto, bisogna mettersi tranquillamente all'opera ricominciando dall'inizio" (Antonio Gramsci, lettera al fratello Carlo del 12 settembre 1927)

Iscriviti alla newsletter

EZIO LOCATELLI (PRC): EVO MORALES, UNA SPERANZA PER L'AMERICA LATINA E PER L'INTERA UMANITA'

La dichiarazione di Ezio Locatelli, ex deputato di Bergamo, attualmente segretario Prc di Torino che ha presenziato insieme a una delegazione del partito all'incontro con Evo Morales, presidente della Bolivia.

“Abbiamo avuto modo di salutare Evo Morales, presidente della Bolivia, in occasione dell'incontro tenuto a Bergamo dove è presente la più numerosa comunità boliviana d'Italia e di esprimere la solidarietà e il sostegno di Rifondazione Comunista per l'azione politica portata avanti contro ogni forma di sfruttamento e di ingiustizia, contro ogni politica di potenza e di guerra nell'interesse del popolo della Bolivia, dell'America Latina e dell'intera umanità.

leggi tutto

X CONGRESSO PRC-SE
Il X Congresso Nazionale del Partito della Rifondazione Comunista è convocato a Spoleto nei giorni 31/3, 1 e 2 Aprile 2017, con all’ordine del giorno la discussione e l’approvazione dei documenti politici e delle modifiche allo Statuto, nonché l'elezione degli organismi dirigenti e di garanzia.

NOTA! Questo sito utilizza cookie anche di terzi per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all'uso dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo